Parliamo di Coordinato Grafico

Intervista a Lidia Morena – Emporio La Musa

Le partecipazioni e gli inviti di nozze sono il biglietto da visita del vostro matrimonio, il primo indizio di stile che rivelate ai vostri invitati, pertanto devono rispecchiare completamente l’intero evento…e il vostro stile di vita!

Ma cosa rende speciale una partecipazione di nozze e come scegliere al meglio tutto il coordinato grafico?

Ce ne parla una professionista, la nostra Lidia di Emporio La Musa!
[La trovate su Instagram come @emporiolamusa_morena_lidia]

Lidia, sono ormai un po’ di anni che ti occupi di Coordinati Grafici per matrimoni.
Quali sono le domande più comuni che ricevi dai futuri sposi?

“La domanda principale, e una delle prime che mi viene fatta, è se è possibile rappresentare un tema particolare nel coordinato grafico: la risposta è sempre sì, trovando il modo giusto, tutto si può fare! Una partecipazione di nozze è speciale quando rappresenta al meglio gli sposi, quando guardandola gli invitati riescono a percepire quale sarà lo stile del matrimonio, se ci sarà un tema particolare o un colore predominante.

Un’altra delle domande più frequenti è quella di poter realizzare una partecipazione in un formato diverso dallo standard; sono molti gli sposi, infatti, che preferiscono un invito quadrato, ad esempio, piuttosto che uno di formato classico.”

 

Quanto tempo prima bisognerebbe ordinare le partecipazioni?

“Creare una partecipazione personalizzata e fatta a mano richiede tempo e un accurato studio, prima di arrivare al risultato finale.
Il mio consiglio è quello di muoversi almeno 6-7 mesi prima in modo da poter avere il prodotto con un giusto anticipo per la consegna a tutti gli invitati.”

 

Qual è il limite massimo per spedire le partecipazioni?

“Secondo il galateo le partecipazioni andrebbero spedite circa 2-3 mesi prima del matrimonio, ma bisogna tenere conto che la consegna a mano porta via molto tempo (gli ultimi mesi di organizzazione saranno molto frenetici e pieni di impegni!) e gli invitati che vengono da fuori zona devono potersi organizzare in tempo, quindi il mio personale consiglio è di iniziare la distribuzione/spedizione almeno 3 mesi prima della data scelta.”

Puoi svelarci qual è lo stile di partecipazione più richiesto per la stagione 2019?

“Sicuramente anche per il 2019 andrà molto di moda lo stile floreale e le partecipazioni con una grafica colorata, unica e creata ad hoc per gli sposi.
Sì alle buste semplici, ma con un rivestimento interno che riprende la grafica dell’invito e alla chiusura con un timbro personalizzato, magari in ceralacca!”

Quanto sono disposti a rischiare gli sposi scegliendo qualcosa di davvero insolito?

“Sinceramente non molto! Molti sposi si fermano a quello che vedono, almeno inizialmente. Solo dopo un’iniziale titubanza, riesco a “convincerli” che il valore aggiunto di scegliere una partecipazione fatta a mano è l’unicità del progetto.
Quel coordinato grafico sarà loro e solamente loro nessun’altra sposa invierà mai le stesse partecipazioni perché ogni coppia di sposi ha caratteristiche diverse e una storia d’amore unica: la mia missione è raccontarla attraverso il coordinato del loro matrimonio!”

Chiariamo una volta per tutte di cosa si compone il coordinato grafico di un matrimonio!

“Il coordinato grafico di un matrimonio riguarda tutta la parte cartacea/grafica che accompagnerà il vostro giorno. Le partecipazioni sono la prima cosa che i vostri invitati vedranno e sono il biglietto da visita delle vostre nozze; realizzare un coordinato grafico significa studiare nell’insieme, gli inviti, i libretti messa (nel caso di cerimonia religiosa) i menù, le place card, le tag delle bomboniere e le card per la confettata, i biglietti di ringraziamento, il tableau de mariage ecc.

Naturalmente il tutto è realizzato con la medesima carta, colori e grafica.”

Un consiglio per quelle coppie che si accingono a scegliere il loro coordinato grafico!

“Il mio consiglio è quello di scegliere una partecipazione che li rispecchi e che sia in linea con l’idea di festa che vogliono realizzare.

Non c’è bisogno di strafare se siete persone semplici, a volte la semplicità è la cosa più elegante.
Scegliete, invece, una partecipazione particolare se siete estrosi e se il vostro matrimonio non avrà niente di classico e tradizionale!”

Veronica Ferrante

By | 2018-08-21T08:15:59+00:00 agosto 21st, 2018|Non categorizzato|

Leave A Comment